lunedì 4 maggio 2009

Paese che vai, tradizioni che trovi

Quante cose si imparano vivendo all'estero! Cose anche stupidissime, che pero' danno un senso a questa esperienza

Per esempio: il 30 aprile. Un giorno, due tradizioni.

La prima e' la cosiddetta "Tanz in Mai" ovvero "Ballo fino a maggio".
Ci si incontra in centro verso le 23, dove sembra essere sabato pomeriggio, e poi si va a ballare nei vari locali sparsi per la citta'. Feste studentesche, club seri, semi-rave...non importa dove, basta ballare.

La seconda tradizione e' piu carina. E l'ho scoperta completamente per caso.
Stavo seduta in cucina e fuori dalla finestra vedo dei ragazzi trascinare un tronco di betulla. Dopo 5 minuti ne vedo altri due fare la stessa cosa. Passano altri 5 minuti e vedo una macchina con un ragazzo che tiene fuori dal finestrino sempre un tronco di betulla gigante... allora mi insospettisco! Chiamo qualche local e scopro che la tradizione si chiama "maibaum" (albero di maggio) ed e' una cosa romanticissima (alla faccia dei tedeschi-freezer!): i ragazzi devono tagliare un tronco di betulla (o forse di qualsiasi albero, ma la betulla va per la maggiore) e devono addobbarlo con carta velina colorata; infine devono trascinarlo fino alla porta dell'amata, dove lo piazzano con tanto di cartello col nome della fortunata per evitare equivoci.... che teneri!

Io non ho ricevuto betulle, pero ho aiutato un collega a portare il suo albero da una parte all'altra di Colonia- 8 persone per consegnare un albero- impresa che e' durata circa tre ore e che e' terminata con questo bell'albero incatenato ad un palo con un lucchetto col nome del mio collega inciso sopra...cosi lei per rimuoverlo deve per forza chiamarlo...
E poi dicono che gli ingegneri non hanno fantasia!

1 commento:

Vale ha detto...

che bella la betulla sotto casa :) fa concorrenza alla serenata!