mercoledì 11 agosto 2010

L'estate sta finendo, e io divento grande...

Dove eravamo rimasti? Ah gia'...i Mondiali.
Beh, per fortuna il mio dramma da Emigrata e' durato ben poco.
La Germania e' arrivata in semifinale e la Spagna ha vinto. Elementi che mi hanno permesso di continuare a respirare calcio nell'aria fino all'11 Luglio e anche di gioire per la vittoria insieme ad un gruppo di Rojos...
Mondiali archiviati e ormai per me anche estate finita.

Estate caldissima, questa del 2010, quasi italiana
A differenza dell'anno scorso, non ho dovuto impegnarmi molto per fare capire alla mia contorta psiche che fosse veramente estate. Ci sono state domeniche in piscina per combattere la calura, giri in bicicletta a mezzanotte per farsi vento e spedizioni al supermercato per cercare aria condizionata. Veramente molto italian style, quindi. Mancava solo il mare, che incosciamente cercavo nei picchi dei 36 gradi all'ombra.

E mentre qui ci si sta gia preparando all'autunno, e il cielo grigio e' compagno giornaliero, io penso alle mie vacanze di fine agosto. Come le anatre, mi spostero a sud, a godere del sole greco e a cercare di fare il pieno di energie per Settembre.

Che settembre per me e'come se si iniziasse un nuovo anno, come quando andavo a scuola.
E quest'anno avro' anche una stagista, che e' una grossa responsabilita' (direi l'equivalente business-wide di avere un figlio!). A soli due anni da quando ho messo piede per la prima volta in un posto di lavoro vero, mi trovero' dall'altra parte della barricata... speriamo di non fare come quelli diventati dottorandi da un mese che si lamentano degli studenti :)