mercoledì 30 novembre 2011

Sperimentazioni in cucina

Uno dei miei buoni propositi del 2010 era "cucinare di piu', cucinare meglio".
Il 2010 non e' che mi ha vista molto ai fornelli, ma quest'anno ho decisamente recuperato.
Ho capito che, se voglio mangiare bene e, sopratutto un giorno far mangiare bene la prole, e' il caso di imparare a riprodurre i miei piatti preferiti. La mamma e le nonne non sono facilmente trasportabili in valigia. Ma la loro conoscenza/competenza si!

Ho dato un taglio a risotti gia pronti, minestroni in busta, quiche comprate al supermercato, e ho imparato a farmele da me. Con risultati, secondo me, apprezzabili.
Niente di troppo elaborato, piuttosto piatti semplici che costituivano la mia dieta quotidiana quando vivevo in Italia.

Come ho detto, mamma e nonne sono state indispensabili, ma anche internet ha aiutato. Il sito giallozafferano.it, per esempio, ha un sacco di ricette sfiziose, accompagnate da video che spiegano cosa fare passo-passo.

La mia prossima sperimentazione in programma e' fare i ravioli.
I miei friendleagues mi hanno regalato per il compleanno una macchina per stendere la pasta fresca (senza motore, ma con la classica manovella- che fa tanto donna di altri tempi).
Spero di riuscire nell'intento questo weekend.



Intanto posto qualche foto... devo ancora lavorare sulla presentabilita' dei miei piatti, ma vi assicuro che la qualita' non e' male :)

Torta salata di zucchine e patate (prima di essere infornata)

Torta cioccolato (prima di aggiungere le fragole) con la prima pastafrolla fatta da me

Pasteis de Nata



Tiramisu/semifreddo alle fragole

Risotto zucchine e asparagi, zucchine grigliate con ricotta.


giovedì 24 novembre 2011

Ritorno al tran tran quotidiano

Tornata, dopo ben 2 settimane.
Accolta da  N-infinito di mail e da un Outlook non collaborativo.
Occhi che fanno pupi pupi, come direbbe Camilleri, e il jet lag che si sente nelle ossa.

Stranamente non sono affetta dalla tipica nostalgia da vacanza, perche forse dopo due settimane mi sono detta "anche basta, si ha da ritornare". Altrimenti, tra le altre cose,  non mi avrebbero ammessa sull'aereo per i miei di Kg in eccesso. La formula all inclusive si e' rivelata distruttiva- specialmente per la mia indole italiana/ortonovese, riassumibile nel detto "A ufo non mi stufo" (se qualcosa e' gratis, non ci sono limiti).

Certo che a rivedere certe foto, che in un momento di autolesionismo ho impostato come background dell'iphone, sospiro un po'.

In a nutshell, questo e' stato il "mio" Messico.

Sveglia presto, seguendo istintivamente i ritmi del sole e a volte addirittura precedendolo!

Foto: Mia!


Sole, Mare e Relax- ignorando la gran parte delle attivita' organizzate dagli animatori.

Foto: Mia!

 La stagione degli uragani non era ancora finita. E puntualmente ogni giorno il cielo si copriva un po'.
A beneficio della mia pelle, che cosi non si e' ustionata.


Foto: Mia!

Visitare la parte piu centrale dello Yucatan per scoprire il Messico non commerciale: Merida e i siti Maya di Uxmal e Chitchen Itza.


Spettacolo delle Luci a Uxmal. Foto: Mia!





Un "+1" alla lista dei Paesi che ho visitato e dei mari che i miei piedini hanno toccato.
Anche se, onestamente, e' stata una vacanza po' meno da viaggiatrice e piu' da turista... ma quando ci vuole, ci vuole :)

Intanto inizio gia' a pensare al Simohermione-tour-2012-edition...
Tante, troppe citta' ancora da vedere, soprattutto sorprendentemente in Germania.
Mi devo dare da fare!


mercoledì 2 novembre 2011

Updatiamo un po' la situazione

Aggiorno questo blog in modo un po' sporadico, per usare un eufemismo.
Quindi diamo un po' di updates.
Non che ci sia molto di nuovo sul fronte occidentale, ma qualcosa da dire ce l'ho.
Forte Dei Marmi- foto: mia!

Lo scorso weekend sono tornata a Casa per i soliti 4 giorni di tocca e fuga.
Tra pranzi distributi piu o meno equamente tra padre e madre, incetta di ragu home made e shopping sfrenato (no, io le scarpe in Germania non le compro. A dire la verita le compro solo in un determinato negozio a  Casa, che magicamente ha sempre la scarpa perfetta che sto cercando), ho incastrato anche una bella cena di compleanno.

Passano gli anni ma io rimango una birthday girl. E festeggiare con gli amici mi piace. In particolare, con cadenza annuale, si riuniscono nella solita focacceria (si, sono una abitudinaria) gli amici di vita/liceo, gli amici di unversita, gli amici del mio viaggio in USA nel 2006. Per un anno questi 3 gruppi si ignorano, per poi incontrarsi per il mio compleanno e passare una bella serata insieme- che mi fa sentire bene e con radici belle salde.

Tornata qui in lovely Germany, ho passato belle giornate di sole e di aria fredda fuori, a passeggiare da anzianotta per boschi e lungo laghi,  ad ammirare il foliage.
Bello il mio Aachener Wehier che cambia colore e si adegua alla stagione!
Aachener Weiher- foto: mia!


Playa del Carmen- foto: themexicobeaches.com
Infine, sto accumulando un po qua un po la tutto cio che e' necessario per la mia imminente vacanza di due settimane in Mexico. Per fortuna ho un armadio dedicato ai vestiti estivi, per cui fare la valigia non sara troppo un problema.
Certo e', che partire per i 30 gradi sapendo gia che al ritorno probabilmente trovero la neve, fa strano- ma non vedo l'ora!
Quanto ho sofferto questa estate a vedere le foto dei miei amici e non, con piedi abbronzati affondati in belle acque azzure?!


Ok- questo e' tutto da Colonia per il momento.
Mondo, a te la linea.