mercoledì 18 aprile 2012

Vita longa est...

... si uti scias.
Chissa perche di tutto quello che ho studiato al Liceo, questa e' una delle frasi che mi e' rimasta piu' impressa.
La vita e' lunga se la si sa usare bene.
Ecco, mio caro Seneca, a riguardo io non sto andando molto bene.
Il tempo passa e boh, non concludo molto. A parte quel 90% di roba mia che dal luogo x si e' faticosamente spostata al luogo y.

Uno dei modi che ho per ricordare a me stessa che cosa ho combinato ultimamente, e' sfogliare l'album delle foto del mio Aifon.
E quindi, nell'ordine:
- questo adorabile piccolo gatto nero, che non si sa se e' uno Schnitzelino anche detto Lino o una Gertrud anche detta Trudy, mi aspetta casa per essere poi espatriato amorevolmente in terre teutoniche.

Foto della mia sorella

- ho acquistato la mia prima auto. Auto tedesca, con targa tedesca (purtroppo- d'ora in poi mi tocchera pagare le multe!). Segno che forse mi sto davvero sistemando. Paura.

foto dal sito

- il rossetto esemplarmente mostrato nella foto sottostante (-.-) e' entrato a far parte della mia collezione Chanel, per amore della mia donna delle pulizie che impazzisce a pulire la mensola del bagno. Speriamo che questo fuchsia (Jalousie, della collezione Les Roses Ultimes, for your info) inizi ad abbinarsi ad un buon sole primaverile, perche al momento non se ne puo piu del grigiume di ogni giorno.

foto ovviamente mia,

- mia madre ha ritrovato questa vecchia foto. Siamo io e mia cugina (che tra l'altro tra 10 giorni si sposa. Impressionante). Probabilmente risale all'89. Ed e' chiaro segno che l'espressione da idiota con la bocca aperta davanti alla tv, tanto amata da N. e K., e' qualcosa che mi distingue fin dalla tenera eta'.

foto di qualcuno appartenente alla mia famiglia

- Sono stata a Ginevra per lavoro e all'aereoporto ho trovato questa bella installazione. E' l'intero footage (che non sono riuscita a prendere completamente con la fotocamera) del bacio tra Elsa e Rick, dal film Casablanca. Come sicuramente sapete (!), Casablanca e' uno dei miei film preferitissimi. L'ho trovata un'idea geniale per un aereoporto: il primo e ultimo bacio tra i due, prima che Elsa prenda l'aereo per andarsene per sempre..suggestivo. A parte questo, Ginevra non mi e' piaciuta per nulla e le parole del mio prof, risalenti al 1997,  "Guardate come e' tutto pulito, in Isvizzera" proprio non hanno trovato alcun riscontro.

Foto mia!


Bene, direi che per il momento e' tutto.

Le prossime due settimane saranno piene di viaggetti e viaggioni, questa volta di piacere. E non vedo l'ora.

mercoledì 4 aprile 2012

Una delle leggi piu vecchie del mondo

Dicevo tempo fa che le fissazioni momentanee, cosi come sono arrivate inaspettate, dopo un certo periodo se ne vanno senza neanche lasciare traccia. Ti svegli una mattina, e basta, non ci pensi piu. Anzi, ti dai della scema da sola e ti chiedi "ma veramente?" con una gran punta di vergogna.

Eppure, sebbene le fissazioni se ne vadano, se poi queste ritornano per rivangare il passato o per cercare di indorarlo ("certo che sono stato uno scemo..", "mi capitasse addesso di poter uscire con te..", "ma come mai non e' andata tra noi..") eccola li che spunta la nostra indole di donna.

Donna alla quale piace essere corteggiata, anche se il corteggiante e' quel deficiente che ci hai messo su un crocione sul diario e ti sei ripromessa basta basta basta.

Una delle leggi piu vecchie del mondo quindi e' che tutti tornano, prima o poi. E quando torneranno, noi ne gioiremo, nonostante siano passati decenni. E a tale gioia ne seguira una ancora piu grande, derivata dal paragone tra colui il quale fu e colui il quale e' - che nel 99,9999% dei casi e' piu' figo, piu' intelligente, piu' fatto apposta per te, piu' romantico, piu' piu' piu'.

Del resto, lo dice anche Adele (canticchio sta canzone da mesi, con parole strascicate in inglese. E poi toh, un girono, ne realizzo il significato e mi faccio un bel trip mentale come questo).

"I thought I told you, he'd be home soon
Couldn't help myself, you're too good to be true.
I fall short each time,
Every time he ain't here
You and your charm creep closer
Closer in here



[..]


But I found a boy who I love more,
Than I ever did you before,
So stand beside the river I cried,
And lay yourself down.
Look how you want me now that I don't need you."